Frana

Dalla notte del 1 febbraio, quando la frana è scesa tagliando letteralmente in due la Valle Imagna, la vita dei suoi abitanti è assai cambiata. Venendo a mancare l’unica via importante di accesso sono iniziati i disagi, sia per i pendolari che quella strada la percorrono ogni giorno per uscire e rientrare dalla Valle, sia per gli imprenditori, che sulla SP14 hanno sempre contato: da lì infatti arrivano i camion con le forniture e da lì i prodotti realizzati dalle aziende valdimagnine escono e vanno a finire in ogni zona Italia, d’Europa e, in alcuni casi, del mondo.

ISOT, dal canto suo, si è impegnata fin dal primo giorno e in prima persona raccogliendo i dubbi e le preoccupazioni sia dei suoi associati che di tutta la popolazione valdimagnina, cercando di allacciare un dialogo costante con gli organi preposti a trovare una soluzione al problema, come la Provincia, la Comunità Montana Valle Imagna e i comuni interessati.

Ora, dopo che il peggio sembra essere passato e i disagi stanno via via diminuendo grazie all’apertura progressiva della Provinciale, ISOT e tutti i suoi imprenditori, così come tutti i valdimagnini, cominciano a tirare un sospiro di sollievo e a guardare con un po’ più di speranza un futuro che, negli ultimi anni, non si è mai annunciato granché roseo.

L’obiettivo che ISOT si pone (e che da sempre si è posta) è quello di portare a conoscenza le problematiche che affliggono la nostra terra da tanti anni ed arrivare a trovare, se è possibile, soluzioni valide e durature, che soddisfino tutti. Il problema della viabilità è solo uno e probabilmente uno fra i più importanti e, purtruppo, ci è voluta una frana per riportarlo alla ribalta.

Certo, siamo consapevoli delle difficoltà e della portata delle sfide che stiamo affrontando, ma se si affrontano tutti insieme la strada sarà sempre meno in salita. E neanche una frana potrà fermare questo percorso. Basta crederci, davvero.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>